Vai al contenuto Vai alla navigazione

A causa dell'elevato numero di ordini ricevuti le consegne potrebbero subire dei ritardi

winter_ride_canada_cover_desktop.jpg
PEDALARE IN INVERNO IN ALBERTA

Il clima invernale in Canada dipende completamente dalla zona in cui si vive. Essendo cresciuto a Vancouver negli anni '70 sulla costa ovest (bagnata!), dovevo riuscire a sopportare la pioggia fredda a temperature comprese tra 2 e 8 gradi fino ad aprile. Purtroppo, a quei tempi la Gabba non era ancora stata inventata ed ottenere qualsiasi cosa di traspirante in una giacca da ciclismo era solo un'illusione... ci affidavamo all'intimo in lana e a giacche in nylon impermeabili, spesso allenandoci per 4-6 ore sotto una pioggia costante con lo spray stradale sollevato dai veicoli. Abbiamo persino creato una regola: se non avevi i parafanghi completi e le protezioni antifango, dovevi pedalare dietro al gruppo. Lo spray stradale era assolutamente sporco, mentre la pioggia, relativamente "pulita"!

Dove vivo ora ad Edmonton, siamo la città più a nord del Canada con più di un milione di abitanti. A 53 gradi di latitudine, è simile a Manchester o Amburgo. Il problema è che siamo a est delle Montagne Rocciose e non c'è quasi alcun effetto dell'oceano in grado di temperare il clima. La neve è presente da novembre a fine marzo e le temperature variano da +5C a -20C. Negli ultimi anni ci sono stati diversi cicli di gelo e disgelo che hanno sciolto e ghiacciato i sentieri. Le piste ciclabili e le strade vengono tenute pulite e praticabili, tuttavia i prodotti chimici utilizzati per il disgelo rovinano tutto il metallo della bici, compresa la trasmissione e la forcella.

Trail Forks map
canada_ride_3_desktop.jpg
canada_ride_4_desktop.jpg

Prepararsi per andare in bici è un processo a sé stante. Devo sempre pensare a tutte le variabili: temperatura, isolamento termico, quando è stata l'ultima nevicata o il ciclo di gelo/disgelo, intensità e durata della pedalata.

Più fa freddo, più mi vesto con cura. Inizio con una maglietta senza maniche leggera. Poi aggiungo un sottile intimo in lana a manica lunga come la Flanders Warm o la Unlimited Merino Long Sleeve. Ottimo per eliminare l'umidità e rimanere caldo anche quando si suda. Successivamente, una termica a maniche lunghe con zip completa o la Unlimited Puffy Jacket. Se non è troppo caldo (intorno ai -5°C), aggiungo anche il gilet imbottito Unlimited Puffy Vest.

IMG 8877
IMG 8876
IMG 8888
Sulle gambe, voglio sempre un fondello a contatto con la pelle, quindi i pantaloncini Tutto Nano Bibshort sono un ottimo inizio. Poi aggiungo la calzamaglia Polare 3 Bibtight che funziona bene per le temperature sotto lo zero ed il forte vento gelido. Personalmente, preferisco avere il fondello nei pantaloncini e rimuoverlo dalla calzamaglia (interviene il taglia-cuci!). Questo perchè, quando uso il fondello più di una volta, ho l'ossessione di mantenere pulite le parti intime ed è più facile lavare un pantaloncino rispetto ad una calzamaglia dopo ogni pedalata.
IMG 8875
Soffro della sindrome di Raynaud (o mi sono solo congelato le mani e i piedi troppe volte come ciclista?), quindi devo prestare molta attenzione alle mani. Uso un paio di strategie diverse. Quando non fa troppo freddo, indosso il guanto invernale Castelli Espresso GT Glove. Quando fa un po' più freddo, il guanto Perfetto RoS Glove in GORE-TEX INFINIUM™ WINDSTOPPER® con i "poggies" per il manubrio di 55NRTH sono la soluzione ideale. Forse sarò un po' esagerato, ma preferisco avere troppo caldo che provare il dolore di riportare in vita le mie dita congelate.
IMG 8873
Per i miei piedi, uso un paio di scarpe da ciclismo invernali per MTB che sono mezza taglia più grandi rispetto alla mia taglia normale, così da poter indossare 2 strati di calze di lana senza stringere troppo i piedi. Inizio con un calzino sottile da ciclismo "normale" e aggiungo il Bandito Wool 18 per un'ulteriore isolamento. Per i giorni molto freddi, ho un paio di solette riscaldanti per lo sci alpino e attacco le batterie alle caviglie. Imposto la potenza su bassa/media/alta a seconda della temperatura e della durata del percorso.
IMG 8878
Sulla testa, uso un cappello Pro Thermal Head Thingy che copre le orecchie... più spesso per il clima più freddo, e un casco di taglia più grande per le giornate super fredde. Quando non fa così freddo, uno scaldacollo Balaclava tirato fino alle orecchie fa miracoli. Devi fare attenzione a qualsiasi parte di pelle esposta che diventa bianca, un segnale sicuro di geloni.
IMG 8874
Fondamentalmente, devi adattarti al tuo ambiente locale e alle sue condizioni mutevoli. Di solito mi vesto un po' "freddo" e finisco per scaldarmi molto rapidamente una volta iniziato a pedalare. Avere diverse opzioni per l'abbigliamento è sempre consigliabile e aver la possibilità di sperimentare l'avanzata tecnologia dei tessuti Castelli è un lusso che dovremmo tutti apprezzare e sfruttare.
NOTE
Parole & Immagini di Alex Stieda
You can compare a maximum of 5 items at once. Please Remove at least one product before adding a new one.